Ho parlato di uomini e matrimonio (parte 1parte 2parte 3), ma non ho ancora finito di trattare il delicatissimo argomento dei rapporti tra i due sessi.
Non se viene a capo facilmente. E’ forse uno dei temi più caldi di tutti i tempi. Però la mia generazione ce la sta mettendo tutta per battere ogni record creando un caos in cui è veramente difficile districarsi.
Io cerco da tempo delle risposte, ma è evidente che non le ho trovate, altrimenti buona parte di questo blog non avrebbe ragione di esistere.

Partiamo dal principio.
Noi siamo esseri sociali, quindi non siamo nati per stare da soli. Per cui tutti quelli che fanno gli splendidi dicendo che stanno benissimo da soli e che è così che vogliono restare tutta la vita, vanno contro natura. Ci sono sicuramente persone che hanno vissuto bene così e altre che ancora lo faranno e magari vi diranno che è tutto bellissimo. Ma a mio avviso stanno solo nascondendo le reali motivazioni di questa condizione, che, nove volte su dieci non è una scelta razionale, ma una scelta subìta. Oppure è una condizione di comodo per evitare di assumersi la responsabilità che le relazioni serie comportano (rinunciando così anche a quello di buono che ne consegue).

Stamattina su Facebook un mio amico (che in realtà non conosco di persona, ma che lavora nell’ambito del ballo, quindi conosco per via della sua professione) scriveva:
Ma perché leggendo stati o link, voi donne parlate di principi azzurri inesistenti, o che gli uomini sono tutti uguali, stronzi ed egoisti??
Mi chiedo io, ma dove sono le donne che non hanno paura di mettersi in gioco, conoscendo un uomo senza aver timore di viverlo in tutto??? A me sembra semplicemante una scusa! 😉 Dal mio punto di vista la maggior parte ha solamente voglia di divertirsi senza avere legami… se esiste una donna che cerca legami, presentatemela … ahhahahah”.

Ma come? Ma allora uomini e donne pensano la stessa cosa dell’altro? Quindi come funziona? Si predica bene e poi all’atto pratico si razzola male?
Cioè, vogliamo tutti la stessa cosa, ma abbiamo paura di prendercela? Beh, se è così allora tutta la mia generazione deve andare in terapia!

Poi però ho ricondotto questo pensiero alla mia esperienza personale e a quella di alcune mie amiche e ho pensato che io, anzi che noi, non abbiamo assolutamente paura di costruire relazioni solide, ma piuttosto che non ce ne viene data l’occasione!
Ergo, noi non incontriamo facilmente uomini che la pensano come l’amico del post di Facebook.

Io nello specifico ho incontrato solo quelli che hanno accampato scuse strampalate, alcune delle quali già citate in precedenti post, tipo:

  • “Sono troppo giovane per legarmi ad una persona”
    –> Ah bello, hai superato i trent’anni, i nostri genitori a questa età avevano già avuto noi da un bel pezzo!
  • “Sono troppo giovane per legarmi ad una persona sola”
    –> Ah bello (seconda parte), forse hai sbagliato paese, qui da noi la poligamia è reato! Sarebbe prevista anche la carcerazione ma poi non succede. Quindi fai i bagagli e trasferisciti in un paese arabo dove puoi crearti il tuo harem.
  • “Il matrimonio non fa per me… io sono uno spirito libero, non posso stare in gabbia”
    –> Tesoro, se volessi un animale in gabbia prenderei un canarino che almeno costa e sporca poco, occupa uno spazio limitato e se rompe i maroni, basta coprire la gabbia con un telo e si addormenta. (Per la cronaca non amo comunque gli animali in gabbia quindi non prenderei neanche un canarino.). Ma chi ti vuole legare? Essere fedele e rispettoso non equivale ad essere una mia appendice. Chiaramente questi sono quelli che tempo zero si sposano con una che li mette in gabbia per davvero.
  • “Sono tristemente solo… ma non sono tipo da relazioni serie… scappo prima che lo diventino per evitare di far soffrire persone speciali come te”
    –> Gioia, con questa perla hai vinto! Da un lato apprezzo la sincerità, cioè il fatto che mi avvisi della tua precoce dipartita, ma dall’altro lato ti attaccherei al muro perché è la fiera dell’ovvio! Diciamo le cose come stanno, hai paura di una relazione seria e preferisci non provare, ma se non provi come fai a sapere? Potrebbe piacerti… E poi se realmente riconosci il mio valore, decidi di allontanarti da me invece che prendermi al volo? Ma ce la fai?

Quindi, non c’è verso, la trippa per gatti si è praticamente esaurita perché gli uomini che pensano sia cosa buona giusta cercare di costruire un legame solido con un’altra persona, sono sicuramente già tutti ammogliati, oppure hanno fatto coming out e sono felicemente fidanzati… con un altro uomo!
Che la vera frontiera della felicità di coppia sia l’omosessualità?
Ecco, purtroppo per me continuano a piacermi sempre gli uomini, quindi rimarrò col dubbio.