“Non voglio mica la luna” avrebbe detto una Fiordaliso d’annata (che citazione da vecchia!). Non volevo chiedere appuntamento ad Obama o farmi prendere le misure per un abito da Domenico Dolce in persona, volevo solo prenotare una visita di controllo dall’ortopedico dell’ospedale!

Ma ecco l’esilarante dialogo telefonico con l’ospedale:

Centralino Ospedale: “Buongiorno, Ospedale XXX, mi dica…”
La Fra: (ma nel 2012 c’è ancora qualcuno che risponde al telefono con un “mi dica”?) “Buongiorno, mi può passare l’ambulatorio di ortopedia, per favore?”
Amb. Ortopedia: “Prondo?”
La Fra: (cominciamo bene) “Buongiorno, senta io dovrei prenotare una visita di controllo per il 26 Luglio…”
Amb. Ortopedia: “In che senzo?”
La Fra: (sempre meglio…) “Venerdi 12 Luglio cadendo mi sono procurata una distorsione alla caviglia, il medico del vostro Pronto Soccorso che mi ha visitato, ha detto di fare un controllo dopo 14/15 giorni per togliere il Tensoplast, se tutto va bene… ho chiamato il CUP e mi hanno detto che non c’è posto e che avrei dovuto chiamare voi direttamente…”
Amb. Ortopedia: “Tenevano ragggggione, non gi schta posto! Chiami un aldro ospitali!”
La Fra: (in evidente stato di agitazione) “Coooooosa?? Ma sta scherzando vero? Io sono con le stampelle, sono stata da voi al PS e abito praticamente qui davanti e dovrei girare Milano per una banale visita di controllo?”
Amb. Ortopedia: “Aschpetti un attimo…” (ritorna) “Allora, venca il 25 senza orario… noi siamo qui dalle 7 in boi… aschpetta qui e poi dipende dal medico…”
La Fra: “Ah!”
Amb. Ortopedia: “Oppure venca il 24…”
La Fra: “no, no… venco… ops, vengo il 25 dalle 7 in poi…”

La sanità lombarda da sempre è in cima alla classifica italiana in quanto ad efficienza.
Però fa alquanto riflettere che con un anticipo di una settimana non ci sia posto per una semplice visita di controllo e che alla fine si riesca a patteggiare per un “venca senza orario”.
Comunque ancora non mi tolgo dalla testa la voce dell’infermiera. A dire il vero non sono neanche convinta che si trattasse veramente di un’infermiera. E se fosse una che passava di lì e ha preso il telefono?