Ecco un esempio di comunicazione ben fatta che diventa viral nel giro di poche ore superando le centomila (100.000!!!) visite su YouTube il primo giorno!

Stamattina intorno alle 11 la mia collega mi ha fatto vedere uno dei video che trovate qui sotto e, chiaramente, lavorando nel mondo della pubblicità (pur non essendo free lance) ci siamo sentite subito solidali col messaggio lanciato da questi creativi brillanti.
Ma non solo il messaggio, anche il modo in cui è stato comunicato è veramente grandioso.
Potrei non appoggiare l’utilizzo dell’ironia per veicolare messaggi seri e importanti?

Ebbene, nel giro di poche ore solo tra i miei contatti di Facebook (che non fanno lavori creativi) questi video sono stati condivisi in massa.

A quest’ora immagino che tutti voi (o quasi) abbiate già visto almeno uno di questi video, ma voglio tenerne memoria nel mio blog.

Buona (ri)visione.

Quando chiamate un operaio per fare un lavoro a casa vostra, alla fine dell’intervento lui pretenderà di essere pagato e a per voi sarà normale farlo.
Giusto.
Anche i lavori creativi sono lavori come gli altri e vanno pagati.
Tutti i lavori vanno pagati.
Purtroppo questo spesso non succede e in cambio di un lavoro che è costato ore e ore di impegno, spesso si viene ripagati con parole vuote, promesse e fregnacce che non servono a pagare l’affitto.

Free lance sì, #coglioneNO.

Aggiornamento di Martedì 14 gennaio
Iera sera sul tardi i creativi autori di questa campagna sono stati ospiti della trasmissione Piazza Pulita, e oggi, tra gli altri, Linus di Radio Deejay ha dedicato a loro un post del suo blog.