Browsing CategoryDonne & uomini

Parlare del difficile rapporto tra uomini, matrimonio e paternità, non è cosa nuova per me. Avevo già trattato l’argomento in diversi post (qui, qui, qui e qui). Oggi vorrei aggiungere un tassello alle mie analisi parlandovi di alcune tristi categorie di uomini che hanno già avuto a che fare con relazioni serie, convivenze, matrimonio e paternità, ma che, più o meno legittimamente si rimettono sul mercato. 1) Il separato (o che ha interrotto una convivenza) e vive nel ricordo della ex Un ricordo ingombrante e pieno di rabbia, quindi oltre ad avere a fianco un uomo perennemente incazzoso, devi sorbirti ore…

Qualche giorno fa al lavoro mi hanno assegnato da fare una ricerca di mercato sul tema “controllo della fertilità e dell’ovulazione”. Beh, sono proprio la persona indicata! Come no. Non avendo mai avuto l’occasione di preoccuparmi di un concepimento, sono veramente ignorante in materia. D’altronde fino ad oggi il mio utero mi è servito esattamente come quel paio di scarpe che non ho mai messo e che quando ci penso dico, meglio averlo che non si sa mai. Così, sono finita in un sito in cui immettendo alcuni dati personali puoi avere delle informazioni circa la tua ovulazione. Ma secondo voi, potevo perdere…

Io sono seriamente preoccupata per lo stato di salute mentale di alcuni uomini. L’andamento del loro umore e dei comportamenti può variare in maniera vertiginosa, da un estremo all’altro, in base al verificarsi di alcune condizioni. In pratica noi donne abbiamo principalmente il mestruo che ci fa sballare lo stato d’animo e che ci può far comportare come delle pazze, ma è limitato a quei giorni e ci sono dei precisi cambiamenti dei livelli ormonali che provocano e giustificano tutto ciò. Di regola, fuori da questi giorni sappiamo gestire discretamente gli alti e bassi della vita. Gli uomini no. Ma cosa…

Su questo blog parlo continuamente della singletudine, condizione complicata e non sempre piacevole, soprattutto quando la si subisce senza averla scelta (vabbé, facciamo finta che ci sia qualcuno che veramente sceglie di essere single). Nel mio percorso di scrittura a metà tra l’ironico e il serio (più ironico che serio), addosso quasi tutte le colpe agli uomini e alla loro poca voglia e dimestichezza nel prendersi le responsabilità che comporta una relazione seria. Quindi immagino che per molti io possa apparire come una fredda, cinica, disillusa e con una buona dose di acidità. In parte è vero. Cioè, se considero…

C’è una caratteristica che accomuna le donne della mia famiglia dalla parte di mio padre: le tette grosse. Io non ho preso da loro. O meglio, inizialmente sembrava visto che ho avuto uno sviluppo “esplosivo” che mi ha fatto passare dalla zero alla quarta in tempi rapidissimi, provocandomi uno shock. Poi però lo sviluppo ha avuto un assestamento e, insieme alla definizione di una figura longilinea, le tettone sono sparite lasciandomi una seconda che si crede una terza e si ricorda di essere stata una quarta. Questa volta lo shock è stato più forte perchè mi sono sentita menomata. Ero abituata…

Oggi continuavo a sbuffare al lavoro. Così, alla quattordicesima volta mi sono sentita in dovere di chiedere scusa al mio collega compagno di banco. Ecco la conversazione: Collega: “Ma cos’hai?” La Fra: “Ma niente, sai com’è… noi donne… ogni mese, c’è quella roba… la sindrome premestr…! Collega: “Ah no… no, no, no… non voglio sentire niente!” La Fra: “Eh ma che esagerato, è solo umore altalenante!” Collega: “Nooooo, ho detto che non voglio sentire niente…” La Fra: “Ma tu non hai sorelle?” Collega: “No, ho due fratelli.” La Fra: “Esprimo tutta la mia solidarietà a quella santa donna di tua madre, da sola con quattro uomini in casa”.…

Questo post è ad alto contenuto di dolcezza e di Amore (con la A maiuscola), sì quello tra uomo e donna, quello vero, bello, che a quanto pare esiste. Quindi la lettura, ma soprattutto la visione, é fortemente consigliata agli aridi, a coloro che non credono nell’amore, ai trombamici convinti, agli uomini in generale. Sperando che questa profusione di sentimenti positivi apra uno spiraglio nei loro cuori. Per gli inguaribili romantici invece, sarà solo una conferma delle proprie certezze. E se lo godano anche quelle che hanno abbandonato la speranza e che non credono più nell’Amore. Se lo avete già…

Il mio rapporto con la Sicilia è molto particolare. Sono nata a Milano da madre siciliana, quindi indubbiamente una parte del mio dna è siculo. Però io in Sicilia non ci ho mai vissuto. Ci sono andata in vacanza quando ero una ragazzina, quindi troppo piccola per godere appieno di tutto e per ricordare ogni dettaglio. Poi ad un certo punto abbiamo smesso di fare viaggi così lunghi per le vacanze estive e ho rimesso piede in Sicilia, ormai da adulta, otto anni fa, quando ho lavorato in un villaggio turistico in provincia di Messina (la città di mia madre). Ma nonostante questo,…

La parola trombamico (valida grammaticamente anche nella declinazione femminile) è ormai entrata a far parte del vocabolario comune. Io ho cominciato a utilizzare questo vocabolo diversi anni fa per delineare le abitudini di una specifica categoria di persone, ma all’epoca in molti non avevano ancora un’idea precisa del significato di questa parola, forse perchè non avevano avuto la sfigal’occasione di incontrarne uno in carne ed ossa. La parola trombamico è fortemente evocativa, ma nel caso non vi dica nulla, eccomi pronta a darvi qualche ragguaglio in merito. Ci tengo a sottolineare che il fenomeno della trombamicizia non passa di moda, anzi col tempo diventa sempre più solidamente…

Non sono una grande fan del femminismo nel senso che non sposo il concetto di parità dei sessi intesa come uguaglianza, soprattutto fisica, tra uomo e donna. Siamo diversi, ma questo a mio avviso non è un limite, ma un valore aggiunto. Tutti possiamo fare tutto, per carità, magari con grandi sforzi, ma un conto è farlo perché ci piace e un conto è farlo per dimostrare che una donna può fare una cosa prettamente maschile fino a qualche tempo fa. Insomma per dimostrare di essere pari, se non superiore ad un uomo. Quindi ci sono tante donne che per indole, o…